https://sbt-test.azurewebsites.net/it/lesson-plans/antica-roma

Ancient Rome Lesson Plans


L'antica Roma era un regno, poi una repubblica e infine un impero che durò dal 753 a.C. al 476 d.C. circa, per oltre mille anni! Sebbene le loro idee e innovazioni impressionanti nell'arte, nell'architettura, nell'ingegneria e nella politica risalgano a duemila anni fa, la loro eredità è visibile ovunque e ci influenza ancora oggi. Queste attività utilizzano l'acronimo popolare UVA per l'insegnamento delle civiltà antiche e si concentrano sulla geografia, la religione, i risultati, la politica, l'economia e la struttura sociale dell'antica Roma.

Attività degli studenti per Antica Roma includono:



Storia dell'antica Roma

L'antica Roma era una civiltà affascinante che ancora oggi ci influenza. I loro progressi nell'arte, nell'architettura, nell'ingegneria, nella legge e nel governo, e persino nella loro lingua, il latino, hanno tutti avuto un impatto sulla società moderna. Quando si studia la civiltà dell'antica Roma, è utile per gli studenti organizzare i propri fatti utilizzando l'acronimo UVE (geografia, religione, arti e risultati, politica, economia e struttura sociale). Questo è un modo efficace per gli studenti di classificare e analizzare le caratteristiche principali di questa antica società di duemila anni fa.

L'antica Roma iniziò su una penisola dell'Europa meridionale che si estende nel Mar Mediterraneo. Questa penisola è oggi l'Italia di oggi. Fu fondata nel 753 a.C. quando diverse comunità agricole situate sui sette colli lungo il fiume Tevere si unirono sotto il suo primo sovrano, Romolo. Secondo la leggenda, Romolo e suo fratello gemello Remo furono allevati da una lupa!

L'antica Roma è tipicamente suddivisa in tre periodi: il periodo dei Re (625-510 a.C.), il periodo della Repubblica Romana (510-31 a.C.) e il periodo dell'Impero Romano o Roma Imperiale (31 a.C. - 476 d.C. ). L'antica Roma era in continua evoluzione e in continua espansione. Al suo apice nel 117 d.C., l'Impero Romano comprendeva gran parte dell'Europa, del Nord Africa e del Medio Oriente.

G: Geografia

Roma fu fondata lungo le rive del fiume Tevere, che forniva acqua fresca per bere, fare il bagno, irrigare i raccolti e pescare, oltre che per i trasporti. Roma si trovava anche sul Mar Mediterraneo, che dava facile accesso al commercio, ai viaggi e alla pesca. Il clima mediterraneo ha avuto estati calde e inverni miti. Il terreno lungo le colline era fertile per l'agricoltura e l'allevamento del bestiame. Gli antichi romani estraevano anche ferro, rame, stagno, piombo, oro e argento in tutto il loro impero. La catena montuosa appenninica lungo la penisola italiana e le Alpi a nord fornivano una barriera protettiva naturale per Roma contro potenziali nemici.

R: Religione

Gli antichi romani praticavano il politeismo, il che significa che credevano in molti dei e dee responsabili di vari aspetti del mondo naturale e delle loro vite. Le loro credenze erano derivate dagli antichi greci, ma i nomi degli dei e delle dee furono cambiati dal greco al latino, la lingua dell'antica Roma. Ecco alcuni esempi delle loro principali divinità:

  • Giove proveniva dal dio greco Zeus. Era il re degli dei e il dio del tuono e dell'illuminazione. Era il Dio Patrono di Roma.
  • Giunone proveniva dalla dea greca Era. Era la moglie di Giove, regina degli dei e considerata la protettrice di Roma.
  • Marte proveniva dal dio greco Ares. Era il figlio di Giove e Giunone ed era il dio dell'agricoltura e della guerra.
  • Minerva proveniva dalla dea greca Atena. Era la dea della saggezza, delle professioni, delle arti e della guerra.
  • Mercurio proveniva dal dio greco Hermes. Era il dio del commercio, della ricchezza, della fortuna e dei viaggi. Era spesso raffigurato con sandali alati, un berretto alato e con un caduceo (bastone).
  • Nettuno proveniva dal dio greco Poseidone. Era il dio del mare, fratello di Giove e patrono dei cavalli. L'arma di Nettuno era il suo potente tridente.
  • Venere proviene dalla dea greca Afrodite. Era la dea dell'amore, della famiglia, della vittoria e della bellezza.
  • Apollo è venuto dal dio greco Apollo. Era il dio della musica, della poesia e del tiro con l'arco.
  • Diana , la sorella gemella di Apollo, proveniva dalla dea greca Artemide. Diana era la dea della caccia, del tiro con l'arco e degli animali. I suoi simboli includevano la luna, il serpente e l'arco.
  • Cerere proveniva dalla dea greca Demetra. Era la dea dell'agricoltura e delle stagioni. La parola cereale deriva da Cerere.
  • Vulcano proveniva dal dio greco Efesto. Era il fabbro degli dei e il dio del fuoco. La parola vulcano deriva dal nome Vulcano.
  • Bacco proveniva dal dio greco Dioniso. Era il dio del vino, del teatro e delle feste. Era il più giovane dei maggiori dei e l'unico nato da un mortale.

A: Risultati

Gli antichi romani hanno dato grandi contributi in arte, architettura, ingegneria e tecnologia. Hanno creato sculture realistiche, utilizzato cemento in strutture massicce come il Colosseo e progettato strade e acquedotti robusti in tutto il loro impero. Eccellevano nello scrivere poesie, opere teatrali e hanno anche creato sistemi legali complessi e alcuni dei primi governi rappresentativi.

  • Arte: gli antichi romani furono influenzati dalla ceramica, dalla pittura e dalla scultura dell'antica Grecia. I ricchi romani collezionavano arte e la esponevano nelle loro case. Sculture, dipinti e sculture in rilievo adornavano anche edifici pubblici e templi. Molte sculture erano ricreazioni realistiche di dei, dee, generali o statisti.

  • Architettura: gli antichi romani svilupparono ulteriormente l'architettura appresa dall'antica Grecia e perfezionarono progetti come l'arco, le volte e le cupole, che potevano sopportare molto più peso. Alcuni dei loro più grandi successi architettonici sono il Colosseo, il Pantheon, il Circo Massimo e l'Arco di Costantino, tra gli altri.

  • Invenzioni: gli antichi romani costruirono una vasta rete di strade, molte delle quali esistono ancora oggi. Si estendevano in tutto l'impero e rendevano i viaggi e il commercio più efficienti. Hanno inventato gli acquedotti per portare l'acqua dolce dalle montagne alle città. Hanno usato cemento e cemento in molte delle loro strutture, che sono sopravvissute per duemila anni! Sotto Giulio Cesare , hanno creato il calendario giuliano, che è ancora in uso oggi.

  • Parlare e scrivere: gli antichi romani parlavano latino. Scrivevano su tavolette di cera, fogli sottili di legno, papiro o pergamena. Apprezzavano la narrazione orale e i discorsi chiamati oratori . Cicerone (106-43 aEV) era conosciuto come uno dei più grandi filosofi e oratori dell'antica Roma. Virgilio (70 aC-19 aC) era un famoso e lodato poeta che scrisse l' Eneide .

  • Stato di diritto: gli antichi romani credevano in teoria che la legge dovesse applicarsi a tutti i cittadini. Già nel 451 aEV, gli antichi romani scrivevano le loro leggi in modo che tutti i cittadini potessero vederle. Le Dodici Tavole erano un insieme di leggi incise su 12 tavolette di bronzo. L'obiettivo era che tutti i cittadini potessero essere trattati allo stesso modo e le persone che hanno infranto la legge sarebbero state processate da una giuria prima della condanna. Tuttavia, ai tempi dell'impero, "qualunque cosa piacesse all'imperatore era la legge" ei poveri in genere affrontavano punizioni molto più dure dei ricchi.

P: Politica

Il governo di Roma fu prima un regno e, successivamente, una repubblica divisa in tre rami: Assemblee, Senato e Magistrati. I primi due magistrati erano i consoli. Ogni ramo aveva i propri poteri e poteva "controllarsi e bilanciarsi" a vicenda.

  • Tutti i cittadini maschi adulti liberi potevano partecipare alle assemblee , sebbene i voti dei ricchi di solito contassero più di quelli dei poveri. Le assemblee elessero magistrati e approvarono leggi. Questa era una forma di democrazia diretta. Il potere delle assemblee era controllato dai poteri del Senato e dei Magistrati.

  • Il senato erano gli uomini romani anziani più ricchi e conosciuti, spesso ex magistrati. I senatori sono stati scelti da un funzionario chiamato il Censore. Hanno aiutato ad approvare leggi e controllato la politica estera e il denaro del governo.

  • I magistrati venivano eletti e spesso trasferiti da cariche inferiori a cariche superiori. I questori hanno tenuto traccia del denaro pubblico; Gli edili erano responsabili delle feste e degli edifici; I tribuni della Plebe proteggevano i Plebei e potevano porre il veto alle leggi e alle azioni degli altri; I pretori giudicavano i casi, guidavano eserciti ed erano leader nel governo; I primi due magistrati erano chiamati Consoli e il loro compito era quello di guidare lo stato, i militari e agire come i più alti giudici.

Dopo 450 anni come repubblica, Roma divenne un impero governato da un imperatore che governò con molta più autorità. Il Senato e i governi rappresentativi hanno avuto molto meno potere. Il periodo imperiale durò fino al 476 d.C. quando cadde l'Impero Romano d'Occidente e il 1453 d.C. quando cadde l'Impero Romano di Pasqua (o Impero Bizantino).

E: Economia

L'economia di Roma era principalmente agraria con ricchi romani che possedevano grandi fattorie. Queste fattorie erano lavorate da poveri romani o da persone ridotte in schiavitù. La robusta economia comprendeva anche artigiani e artigiani, mercanti e commercianti, politici e soldati. Le persone schiavizzate erano una parte fondamentale dell'economia di Roma e lavoravano in tutto l'impero in una varietà di lavori sia manuali che qualificati.

  • Agricoltura: Il clima mite di Roma si prestava all'agricoltura. Sono state coltivate colture come grano, uva, olive e agrumi. Gli agricoltori allevavano anche bestiame come pecore e capre. I raccolti e la carne in eccesso furono venduti e scambiati. Anche gli affittuari lavoravano la terra, ma non raccoglievano tanti benefici quanto l'affittavano da ricchi proprietari terrieri.

  • Artigiani: gli artigiani fornivano agli antichi romani beni specializzati. Erano costruttori, falegnami, pellettieri, calzolai, soffiatori di vetro, scultori, marmisti, pittori, orafi, vasai e altro ancora. Gli artigiani erano altamente qualificati e creavano beni che venivano scambiati e ricercati in tutto il mondo antico.

  • Politici: cittadini romani di età pari o superiore a 25 anni, con esperienza militare e amministrativa, potrebbero diventare senatori o magistrati. Spesso avevano bisogno di una certa quantità di terra, ricchezza o fama per assicurarsi un seggio nel governo. Queste posizioni avevano molto prestigio e molti vivevano uno stile di vita sontuoso.

  • Soldati: i soldati romani venivano pagati ed essere un soldato era una professione rispettata che poteva portare a posizioni di potere. Gli eserciti di Roma erano una parte significativa dell'economia in quanto ampliavano i territori di Roma e proteggevano le rotte commerciali. I soldati richiedevano anche molto cibo e metalli per armature e armi.

  • Mercanti e commercianti: i commercianti marittimi (marittimi) vendevano raccolti in eccesso di olio d'oliva, vino, ceramiche e papiri in luoghi come Grecia, Spagna, Nord Africa, Medio Oriente e Asia. In cambio, compravano altri oggetti da importare a Roma come carne di manzo, mais, cristalleria, ferro, piombo, cuoio, marmo, seta, argento, spezie e legname.

S: Social Structure

Rome was a very divided society with wealthy landowners holding most of the power. Patricians were the wealthy noblemen and Plebeians were the majority who were working class. However, both groups held citizenship and therefore had a voice in government, unlike enslaved people and women.

Family ancestry was extremely important and therefore it was nearly impossible to gain a higher social status if you were plebeian. It was a patriarchal society, meaning that it was led by men. The word "patriarchal" even comes from Latin. The head of the household was the father or the oldest living male and was called the “paterfamilias”. He held legal control over the other members of the household. This includes his wife, children, and enslaved workers.

  • Patricians were the upper class of Roman society. They were wealthy landowners who held political office or were rich business leaders. They lived very comfortably in well made homes decorated with art. They utilized the labor of enslaved people or poor people to serve and work for them. Patricians wore togas made from expensive clothes like linen, fine wool, or silk and leather sandals. The toga was a sign of citizenship.

  • Plebeians were the poor and working class of Roman society. They made up the majority of Romans. Throughout history, they clashed with patricians over representation in government. They were artisans, builders, tenant farmers, day laborers, shop and tavern keepers, and other laborers. The poor generally lived in small apartments without running water. Plebeian men wore a tunic with a belt at the waist that was often made of thin wool felt and was dark rather than white like the patricians.

  • Women had the role of caring for the house and children. However, they could own personal property and took an active role in social life attending parties, theater, and religious rituals. They could not vote or take part in government. Unlike many other ancient civilizations, Roman men were only married to one woman at a time. Divorce was also possible in ancient Rome. Women wore a long dress called a stola.

  • Children were seen as important in wealthy families for carrying on the family name and legacy. They were generally loved, educated, and cared for. Children from wealthy families did not work or help around the house as they had enslaved people to do work for them. They would play with toys and games like tic-tac-toe or knucklebones, which was a game similar to jacks. They were educated in strict schools in mathematics, reading, writing, and speaking or could be apprenticed. Plebeian children had a much different experience than patricians. They worked at early ages and were responsible for helping around the house. They were generally educated by their parents, although wealthier plebeians might send their children to school or hire a tutor.

  • Enslaved people were a large part of Ancient Rome’s society and economy. Most enslaved people were prisoners of war or Roman children sold by their struggling parents in desperate times. Enslaved people had harsh lives and could be abused by their owners. Ancient Rome was sadly built upon this foundation of forced labor, and they worked throughout the empire in households, mines, factories, farms, and even as gladiators. Gladiators were warriors who would fight to a brutal and bloody death all for public entertainment. Enslaved people also worked for cities on engineering projects like roads, aqueducts, and buildings. Enslaved people who were educated could be physicians, teachers, or accountants. They were considered a part of the Roman family that owned them, but without rights. Some Roman owners freed their slaves either outright or by allowing them to purchase their freedom. If they were granted manumission formally, freed slaves could become Roman citizens and have voting rights.

  • Entertainment: Ancient Romans enjoyed festivals, theater, sporting events, and spectacles. They gathered in large open squares called forums or piazzas to socialize and hear speeches. They also enjoyed “Roman baths” which were more about socializing than bathing. Roman baths were the equivalent to modern-day malls, gyms, or parks. They included exercise and sports as well as grooming. Ancient Romans also frequented giant stadiums like the Colosseum or the Circus Maximus to watch cruel and deadly gladiator fights, wrestling, or chariot racing.

Con le attività di questo piano di lezione, gli studenti dimostreranno ciò che hanno imparato sull'antica Roma. Acquisiranno familiarità con l'ambiente, le risorse, le tecnologie, la religione e la cultura.


Domande essenziali per l'antica Roma

  1. Dov'è l'antica Roma e in che modo la sua geografia ha influito sullo sviluppo della sua cultura e tecnologia?
  2. Qual era la religione dell'antica Roma e quali erano alcune sue caratteristiche?
  3. Quali sono state alcune delle principali conquiste dell'antica Roma in arte, architettura, tecnologia e scrittura?
  4. Quali erano i diversi governi dell'Antica Roma e quali erano alcune delle loro caratteristiche?
  5. Quali sono stati alcuni lavori importanti e le maggiori influenze sull'economia nell'antica Roma?
  6. Qual era la struttura sociale nell'antica Roma? Quali erano i ruoli di uomini, donne e bambini? In che modo le persone schiavizzate hanno avuto un impatto sulla società e sull'economia?

Trova altri programmi di lezioni e attività come queste nella nostra categoria Studi sociali!
*(Avvia una prova gratuita di 2 settimane senza bisogno di carta di credito)
https://sbt-test.azurewebsites.net/it/lesson-plans/antica-roma
© 2021 - Clever Prototypes, LLC - Tutti i diritti riservati.