https://sbt-test.azurewebsites.net/it/lesson-plans/civiltà-maya-inca-e-azteca

Inca, Maya, and Aztec Empires


Prima dell'arrivo di Cristoforo Colombo e di altri colonizzatori europei, le civiltà prosperarono nell'America centrale e meridionale per migliaia di anni. Costruirono enormi città, enormi templi e vaste reti di strade e ponti. Avevano metodi avanzati di irrigazione, agricoltura e ingegneria. Praticavano le religioni, erano esperti in astronomia e matematica, avevano lingue, creavano arte e giocavano! Le civiltà Maya, Azteca e Inca vengono spesso insegnate insieme, sebbene ognuna abbia la propria cultura e il proprio contributo al mondo.

Attività degli studenti per Civiltà Maya, Inca e Azteca includono:



Le civiltà Maya, Azteca e Inca

La civiltà Maya

La civiltà Maya era una delle civiltà precolombiane più importanti in Mesoamerica. Si trovava nell'attuale Messico meridionale e nella penisola dello Yucatan, nonché in Belize, Guatemala e parti di El Salvador e Honduras. La civiltà Maya iniziò già nel 2000 a.C. e continuò a prosperare per circa 3000 anni fino alla conquista spagnola nel 1519 d.C. I Maya erano un insieme di città-stato, ciascuna governata da re e sacerdoti. Costruirono enormi piramidi a gradini in pietra calcarea che fungevano da templi per i loro dei. La religione era al centro della loro cultura e dettava ogni aspetto della vita quotidiana. Praticavano sacrifici nei templi per placare gli dei, inclusi sacrifici umani! Le città includevano anche palazzi, case, mercati o piazze e campi da gioco per il loro gioco preferito "Pok-a-Tok". Questo gioco era popolare in tutta la Mesoamerica e veniva giocato con una palla di gomma su un grande campo con cerchi di pietra.

Intorno alle città c'erano terreni agricoli con sofisticati metodi di irrigazione per produrre raccolti come mais (mais), fagioli, zucca, pomodori, peperoncino, cacao (cioccolato) e avocado. I Maya avevano strumenti fatti di legno, pietra e ossidiana, una roccia vulcanica. Coltivavano anche cotone, che usavano per tessere tessuti per coperte e vestiti. Hanno usato coloranti vegetali per rendere i loro vestiti colorati e anche decorati con frange, piume e gioielli. Oltre agli abiti elaborati, i Maya crearono bellissime opere d'arte sotto forma di sculture, intagli in rilievo e pitture murali (affreschi). Hanno usato giada e ossidiana negli intagli e nelle perline.

I Maya avevano una lingua scritta che utilizzava pittogrammi già nel 300 a.C. Il loro sistema di scrittura conteneva più di 800 caratteri. Hanno scritto su lastre di pietra (o stele ), sculture, ceramiche e codici. Un codice era un tipo di libro fatto di carta piegata come una fisarmonica. Sfortunatamente, sono rimasti solo pochi codici, poiché la maggior parte fu distrutta dai conquistatori spagnoli e dai sacerdoti cattolici durante la conquista della regione nel 1500.

I Maya eccellevano anche in astronomia. Potrebbero registrare le posizioni precise della Luna e di Venere e prevedere con precisione le eclissi solari. Le loro osservazioni dei pianeti e delle stelle hanno permesso ai Maya di creare uno dei calendari più accurati della storia con 365 giorni all'anno. Il loro calendario prevedeva ogni anno fino al 2012. Si pensava che la fine del calendario Maya coincidesse con la fine della civiltà, ma fortunatamente per noi, il mondo non è finito nel 2012!

Al momento dell'arrivo degli spagnoli nel 1519, la civiltà Maya era in un periodo di declino. Alcuni storici sospettano a causa di anni di siccità o di guerra. Gli spagnoli hanno trovato solo una raccolta di città-stato Maya che si proponevano di conquistare. Alla fine del XVII secolo, la Spagna aveva il controllo completo della regione. Nonostante la loro conquista, il popolo Maya ha continuato ed esiste ancora oggi. Ci sono circa sei milioni di discendenti dei Maya che vivono ancora in America centrale in Belize, Guatemala, Honduras, El Salvador e parti del Messico. Infatti, circa il 40% dei guatemaltechi è di discendenza Maya.

La civiltà azteca

La civiltà azteca si trovava a est dei Maya, nel Messico centrale. Erano al loro apice dal 1428 al 1521 quando furono conquistati dai conquistatori spagnoli guidati da Hernan Cortes.

Gli Aztechi erano un insieme diversificato di città-stato simili ai Maya. Le più grandi città-stato, Tlacopan, Tenochtitlan e Texcoco si unirono nel 1428 per formare quello che sarebbe diventato l'impero azteco. Condividevano una lingua, il nahuatl, che è parlata ancora oggi. Col tempo, i Mexica conquistarono le altre tribù e città-stato per portarle sotto un unico dominio con Tenochtitlan come capitale. L'impero si estendeva dall'Oceano Pacifico al Golfo del Messico nel Messico centrale e meridionale. Tenochtitlan era una vasta città su un'isola al centro del lago Texcoco. C'erano templi enormi e un centro urbano. Gli aztechi costruirono acquedotti, canali, dighe, strade rialzate e strade che collegavano l'intero impero. Queste strade consentivano il commercio di merci e dogane attraverso migliaia di miglia. All'inizio del 1500, l'impero azteco contava 5-6 milioni di persone!

Gli Aztechi erano avanzati nell'agricoltura e nell'irrigazione e coltivavano colture come mais, fagioli, zucca, patate, pomodori e avocado. Costruirono persino giardini galleggianti, o Chinampas , intorno a Tenochtitlan in modo che ci fosse più spazio per coltivare cibo, poiché la terra intorno all'isola era paludosa. Cioccolato e popcorn erano ampiamente consumati, così come lo sono oggi!

Gli Aztechi erano progressisti nel senso che erano una delle prime civiltà a provvedere affinché ogni bambino (indipendentemente dallo stato sociale) frequentasse la scuola. Avevano una lingua scritta e, simile ai Maya, scrivevano libri chiamati codici. Molto di ciò che sappiamo sulla civiltà azteca deriva da questi codici. Simile ai Maya, hanno giocato un gioco con una palla di gomma e cerchi di pietra chiamato tlachtli . Gli Aztechi usavano le erbe come medicine e metodi come i bagni di vapore per curare le malattie. Hanno anche sviluppato l'uso di stecche per le ossa rotte.

Gli Aztechi adattarono anche il calendario Maya ed erano altrettanto esperti in astronomia e mappatura delle stelle. Avevano un calendario religioso di 260 giorni e un calendario di cronometraggio di 365 giorni. La religione era molto importante per gli Aztechi e credevano nel fare sacrifici agli dei nei loro templi, inclusi sacrifici umani, al fine di mantenere la pace ed evitare il disastro. Credevano in molti dei che rappresentavano diversi aspetti del mondo naturale come Huitzilopochtli, il dio del sole, e Quetzalcoatl, il dio del cielo. Gli Aztechi credevano che questi dei si sacrificassero per creare l'umanità. Pertanto, credevano di dover sacrificare gli esseri umani per ripagare il debito. La maggior parte dei sacrifici umani erano prigionieri.

Quando gli spagnoli arrivarono nel 1519, gli Aztechi erano governati da Montezuma II e c'erano molti disordini. Molte tribù erano scontente del sistema dei tributi (pagamento delle tasse) e del requisito dei sacrifici umani. Hernan Cortes ei suoi 100 soldati hanno sfruttato queste debolezze e si sono alleati con le tribù locali per aiutarli a rovesciare Montezuma II. Cortés e i suoi uomini marciarono verso la capitale. Lungo la strada distrussero la città santa azteca di Cholula. Quando arrivarono a Tenochtitlan, Montezuma II dapprima li accolse con doni cercando di mantenere la pace. Tuttavia, scoppiarono i combattimenti e Montezuma II fu catturato e ucciso. Dopo tre mesi di combattimenti, Cortés, i suoi uomini e i suoi alleati indigeni presero il controllo della città e conquistarono l'impero azteco nel 1521. Nel corso del tempo, i gruppi indigeni morirono di malattie spagnole come il vaiolo e furono uccisi o ridotti in schiavitù dai brutali conquistadores fino a quando circa l'80% della popolazione indigena morì. Tuttavia, ci sono prove del popolo, della cultura e dell'architettura azteca in tutto il Messico. Oggi, i discendenti degli Aztechi sono chiamati Nahua e ci sono più di un milione che vivono in Messico insieme ad altri 60 gruppi indigeni.

La civiltà Inca

A differenza dei Maya e degli Aztechi, la civiltà Inca non si trovava in Mesoamerica, ma in Sud America. Gli Inca si sono sviluppati lungo una lunga striscia del lato occidentale del Sud America lungo l'Oceano Pacifico. Comprendeva le aspre montagne e gli altipiani delle Ande, i deserti costieri e la giungla amazzonica. Al suo apice, l'Impero Inca si estendeva dal confine della Colombia a Santiago, in Cile! Questo enorme impero contava più di dieci milioni di persone e comprendeva il Perù moderno, l'Ecuador occidentale, la Bolivia centro-occidentale e meridionale, l'Argentina nordoccidentale e il Cile settentrionale. La capitale dell'impero era Cuzco, fondata nel 12 ° secolo, e ancora una delle principali (e belle!) Città del Perù.

Gli Inca svilupparono una vasta rete di strade per collegare tutti i popoli conquistati nel loro impero. Hanno costruito strade lungo la costa e attraverso le montagne. Erano maestri nella costruzione di ponti sospesi per attraversare i profondi canyon e le scogliere. Gli Inca costruirono anche acquedotti per portare l'acqua dalle montagne attraverso le colline e le valli alla gente. Un acquedotto era lungo 360 miglia! Come i Maya e gli Aztechi, gli Inca costruiscono imponenti palazzi, templi e fortificazioni. Hanno usato una tecnica a "pietra a secco" che combinava le pietre così perfettamente che non avevano bisogno di malta. La città di Machu Picchu costruita in cima a una montagna è un famoso esempio di architettura Inca che rimane una popolare destinazione turistica.

La lingua Inca è il quechua, che è ancora parlata da milioni di persone in Perù oggi. Tuttavia, l'Inca non aveva un sistema di scrittura. Hanno tenuto registrazioni di eventi e transazioni utilizzando un complesso sistema di stringhe annodate e colorate chiamato quipu . L'Inca ha creato arte sotto forma di sculture e rilievi. Hanno estratto rame, oro e argento per creare gioielli, copricapi e sculture elaborati.

Gli Inca erano governati da un imperatore, Sapa Inca, consigliato da un sommo sacerdote, di solito suo fratello. La religione era una parte importante della cultura e della vita quotidiana Inca. Credevano in molti dei come i Maya e gli Aztechi. Il loro dio principale era Inti, il dio del sole. Credevano che Sapa Inca fosse un discendente di Inti e quindi, anche lui, era adorato come un dio.

Nonostante il loro enorme impero, gli Inca caddero sotto gli spagnoli quando Francisco Pizarro, un conquistador, arrivò nel 1532. Pizarro aveva poche centinaia di soldati insieme a pistole, spade e cavalli. Hanno ucciso migliaia di Incas e catturato l'imperatore, Atahualpa. Nonostante la conquista spagnola, i discendenti degli Inca esistono ancora oggi. Queste sono persone di lingua quechua, molti dei quali sono agricoltori e pastori tradizionali. Costituiscono circa il 45% della popolazione del Perù.


Con le attività di questo programma di lezioni, gli studenti dimostreranno ciò che hanno imparato sulle civiltà e gli imperi dei Maya, degli Aztechi e degli Inca . Acquisiranno familiarità con l'ambiente, le risorse, le tecnologie, i risultati, le tradizioni e la cultura.


Domande essenziali per le civiltà Maya, Azteca e Inca

  1. Dove si trovavano le civiltà Maya, Azteca e Inca e come erano i loro ambienti? Quali risorse naturali erano disponibili?
  2. In che modo l'ambiente ha influito sullo sviluppo della cultura e delle tradizioni delle civiltà Maya, Azteca e Inca?
  3. Quali tecnologie e risultati sono stati raggiunti dalle civiltà Maya, Azteca e Inca per adattarsi al loro ambiente?
  4. Cosa credono gli scienziati potrebbe essere successo alla civiltà Maya?
  5. In che modo la conquista e la colonizzazione spagnola hanno influenzato le civiltà Maya, Azteca e Inca?

Attribuzioni Immagine
  • • isobelyf • Licenza Free for Commercial Use / No Attribution Required (https://creativecommons.org/publicdomain/zero/1.0)
  • • Clker-Free-Vector-Images • Licenza Free for Commercial Use / No Attribution Required (https://creativecommons.org/publicdomain/zero/1.0)
  • • OpenClipart-Vectors • Licenza Free for Commercial Use / No Attribution Required (https://creativecommons.org/publicdomain/zero/1.0)
  • • OpenClipart-Vectors • Licenza Free for Commercial Use / No Attribution Required (https://creativecommons.org/publicdomain/zero/1.0)
  • • OpenClipart-Vectors • Licenza Free for Commercial Use / No Attribution Required (https://creativecommons.org/publicdomain/zero/1.0)
Trova altri programmi di lezioni e attività come queste nella nostra categoria Studi sociali!
*(Avvia una prova gratuita di 2 settimane senza bisogno di carta di credito)
https://sbt-test.azurewebsites.net/it/lesson-plans/civiltà-maya-inca-e-azteca
© 2021 - Clever Prototypes, LLC - Tutti i diritti riservati.