https://sbt-test.azurewebsites.net/it/lesson-plans/il-ragazzo-sulla-scatola-di-legno-di-leon-leyson

The Boy on the Wooden Box by Leon Leyson


Leon Leyson aveva appena dieci anni quando i tedeschi invasero Cracovia, in Polonia, dove viveva con i suoi genitori, 3 fratelli e la sorella. Per Leon e la sua famiglia, il 1939 fu l'inizio di diversi anni di miseria, fame, tormento, inconcepibile disumanità e perdita. Il ragazzo sulla scatola di legno è un incredibile e importante ricordo di un ragazzo sopravvissuto al periodo più orribile della storia del mondo a causa di un uomo, un improbabile eroe, Oskar Schindler.


Queste risorse per l'Olocausto possono o non possono essere appropriate per alcuni gruppi di studenti. Usa il tuo miglior giudizio quando selezioni i materiali per i tuoi studenti. Per ulteriori informazioni sull'insegnamento dell'Olocausto, vedere il nostro programma di lezioni di Storia dell'Olocausto.


Storyboard That offre anche un pacchetto di immagini esteso (incluso con l'abbonamento) che contiene immagini grafiche, tra cui vittime dell'Olocausto e soldati nazisti. A causa della natura di questo materiale, è nascosto per impostazione predefinita. Modifica le impostazioni del tuo account.

Attività degli studenti per Il Ragazzo Sulla Scatola di Legno



Il ragazzo sulla scatola di legno Riepilogo

Leon è un bambino di 8 anni come tutti gli altri: gioca con i suoi amici, frequenta la scuola e qualche volta si mette nei guai con i suoi fratelli e amici. È il più giovane di 5 figli ei suoi genitori sono ebrei laboriosi. Il padre di Leon si trasferisce dalla loro città di Narewka, in Polonia, a Cracovia per lavorare in una fabbrica di vetro, e la sua famiglia si unisce a lui subito dopo quando ha messo da parte abbastanza soldi per prendersi cura di tutti loro. La famiglia si adegua alla nuova vita a Cracovia e ha speranza in un futuro radioso.

Nel 1939, i tedeschi invasero Cracovia e le vite di Leon e della sua famiglia cambiarono. Il padre e il fratello maggiore di Leon, Hershel, decisero che sarebbe stato meglio fuggire di nuovo a Narewka, ma dopo l'inizio dell'estenuante viaggio, suo padre tornò, sapendo che non avrebbe fatto il lungo viaggio; la famiglia non avrebbe mai più rivisto Hershel. I tedeschi invasero le loro case, presero il controllo della città e scatenarono il terrore assoluto a Cracovia. Leon ricorda un caso in cui soldati tedeschi sono entrati nella loro casa e picchiato e trascinato via suo padre proprio di fronte alla sua famiglia. Diverse settimane dopo, il padre di Leon è stato rilasciato e ha lavorato segretamente per un'azienda di vetro in città. Un giorno, fu mandato ad aprire una cassaforte per il nuovo uomo d'affari nazista nelle vicinanze. L'uomo, Oskar Schindler, pensava che il padre di Leon fosse un abile artigiano e gli offrì un lavoro; la famiglia non sapeva che questo colpo di fortuna li avrebbe poi salvati da una morte certa.

Alla fine del 1940 fu costruito il ghetto di Cracovia. Una parte della città era delimitata da alte mura e sorvegliata da soldati tedeschi. Tutti i 15.000 ebrei rimasti a Cracovia furono costretti a entrare in questo spazio e non fu loro permesso di andarsene senza permesso. Leon e la sua famiglia hanno trovato un modo per sopravvivere e persino vivere un po 'la vita. Suo padre ha continuato a lavorare presso Emalia, la fabbrica di Oskar Schindler, e suo fratello Tsalig ha incontrato una ragazza di nome Miriam e se ne è innamorato perdutamente. Leon ha imparato da solo ad andare in bicicletta e ha fatto amicizia con alcuni ragazzi della sua età. L'obiettivo della famiglia non era pensare al futuro, ma rimanere in vita il più a lungo possibile.

All'inizio dell'estate del 1942, i tedeschi sfrattarono tutti coloro che non erano idonei al lavoro e invasero l'appartamento della famiglia di Leon. I documenti di lavoro di suo padre hanno salvato la sua famiglia, ma poiché Tsalig aveva 17 anni, aveva bisogno di fornire i suoi, che non aveva. Tsalig è stato costretto a partire, e anche se Oskar Schindler ha cercato di farlo scendere dal treno, non ha lasciato il suo amore, Miriam. La famiglia non avrebbe mai più rivisto Tsalig. Con l'aiuto di Oskar Schindler, la famiglia di Leon sopravvisse al successivo anno di orrori nel ghetto di Cracovia. Poi, un giorno di maggio del 1943, i tedeschi liquidarono il ghetto e tutti furono mandati a Plaszow, un campo di concentramento / lavoro forzato nelle vicinanze. Leon ha descritto Plaszow come "Il cerchio più interno dell'inferno". Un estratto dai libri afferma: “Era sterile, triste, caotico. Rocce, terra, filo spinato, cani feroci, guardie minacciose e acri dopo acri di baracche scialbe si estendevano a perdita d'occhio. Centinaia di prigionieri in abiti logori corsero da un dettaglio di lavoro all'altro, minacciati da guardie tedesche e ucraine armate di armi. Nel momento in cui sono entrato alle porte di Plaszow, ero convinto che non sarei mai uscito vivo. "

Leon e la sua famiglia ne sono usciti vivi. Grazie a Oskar Schindler, il ricco uomo d'affari nazista, Leon e la sua famiglia poterono lavorare e trasferirsi in un sottocampo più vicino alla fabbrica. Schindler ha persino assunto Leon per lavorare nella sua fabbrica; Leon era così piccolo che doveva stare su una scatola di legno per raggiungere i comandi della macchina. Mentre l'esercito sovietico si avvicinava e la fine della guerra sembrava vicina, i nazisti spostarono la loro attenzione sul coprire le loro tracce. Schindler prese accordi per trasferire i suoi operai in una nuova fabbrica, lontano dai pericoli di Plaszow. Leon ricorda la data del 15 ottobre 1944 come il giorno in cui partirono e si diressero verso un barlume di speranza. Ovviamente non è stato così semplice. Il loro treno ha portato gli uomini al campo di concentramento di Gross-Rosen.

Nudo, con la testa rasata e gelido, Leon si sforzò di capire come fosse arrivato al campo e perché. Quando gli uomini furono finalmente trasferiti al campo di Schindler, chiamato Brunnlitz, circolavano voci che le donne fossero state mandate ad Auschwitz. In qualche modo, però, con tangenti e denaro, Oskar Schindler era riuscito a salvare le donne. Leon e la sua famiglia vissero a Brunnlitz per 8 mesi fino a quando non accadde l'apparentemente impossibile: l'8 maggio 1945 erano liberi. Schindler era fuggito, perché se fosse stato catturato, sarebbe stato ucciso; sebbene fosse un uomo gentile ed empatico che aveva salvato da solo circa 1.200 vite ebraiche, era ancora un nazista.

La vita dopo essere stata liberata non è stata ancora facile per molto tempo. Al loro ritorno a Cracovia, gli ebrei non furono accolti da tutti e adattarsi alla libertà non fu facile. Leon parla di attacchi, rivolte, saccheggi e percosse. Sapendo che non era sicuro per loro restare, la famiglia rimbalzò e visse in un campo per sfollati in Germania fino a quando non finirono in California nel 1949. Leon continuò a finire gli studi e diventare un insegnante. Si è sposato e ha avuto dei figli. Nel 1965, si è riunito con Oskar Schindler, che lo ricordava come "Little Leyson". Oskar Schindler è morto il 9 ottobre 1974 ed è sepolto a Gerusalemme sul monte Sion. Leon Leyson è morto il 12 gennaio 2013. Per tutta la vita è stato insegnante, oratore e destinatario di un dottorato onorario dalla Chapman University. Ha condiviso la sua storia ogni volta che poteva, assicurandosi anche che il mondo vedesse Oskar Schindler come l'eroe che era.

Il ragazzo sulla scatola di legno raffigura l'orrore dell'Olocausto dal punto di vista di un bambino. È scritto molto bene e straziante, sebbene allo stesso tempo sia una storia di coraggio e perseveranza di fronte al male e alla tragedia. Insegnanti e studenti non dimenticheranno mai la storia di Leon Leyson e dell'uomo che gli ha salvato la vita.


Domande essenziali per il ragazzo sulla scatola di legno

  1. Come è cambiata la vita di Leon Leyson quando i tedeschi occuparono Cracovia nel 1939?
  2. In che modo gli ebrei resistettero ai nazisti, in modo sottile ed esterno?
  3. Come è cambiato Leon Leyson a seguito della sua esperienza?
  4. Perché Leon Leyson considera Oskar Schindler un eroe?

Attribuzioni Immagine
  • • gisoft • Licenza Free for Commercial Use / No Attribution Required (https://creativecommons.org/publicdomain/zero/1.0)
Trova questo programma di lezioni e altri simili nella nostra categoria ELA della scuola media!
*(Avvia una prova gratuita di 2 settimane senza bisogno di carta di credito)
https://sbt-test.azurewebsites.net/it/lesson-plans/il-ragazzo-sulla-scatola-di-legno-di-leon-leyson
© 2021 - Clever Prototypes, LLC - Tutti i diritti riservati.